lunedì 22 settembre 2008

Foxy Lady

Foxy Lady

Registrata: 13/12/1966,
Luogo: CBS Recording Studios - Londra
Tecnico del suono: Mike Ross
Produttore: Chas Chandler

Jimi: chitarra, voce
Noel: basso, voce
Mitch: batteria

Album : Are you experienced? (1967)





Verso la metà degli anni Sessanta la Califomia, e in particolare la città di San Francisco, è testimone di importanti rivolgimenti sociali, di un fenomeno di ribellione generazionale che fonda le sue principali ragioni sull'opposizione alla guerra in Vietnam, sulle battaglie per i diritti civili, contro il nucleare: è il momento di maggior gloria per personaggi come Jerry Rubin e Abbie Hoffman, il "movimento" hippie, capelli lunghi, collanine, fiori e misticismo orientale, amore libero, Timothy Leary e le sperimentazioni di LSD a Harward.
Una rapida massificazione alternativa, destinata all'inevitabile fallimento come testimonia lo stesso Abbie Hoffman: «La facilità con cui la maggioranza della popolazione assorbì e deglutì la cultura hippie è la vera sconfitta. I capelli lunghi, il fumare droga, il vestire freak persero ben presto il loro senso di sfida sociale. La spontaneità della stampa controculturale fu assorbita da Rolling Stone. Il bieco capitalismo divenne una spugna usata per smussare l'originalità hippie».



Paul Gilbert live Foxy Lady Futurum Prague


La breve estate dell'amore californiana ebbe ovvie ripercussioni sul modo di fare musica di quella zona, con la nascita di formazioni quali Gratefui Dead, Jefferson Airplane e Quicksilver Messenger Service, tanto per citare il sacro triangolo di un suono psichedelico e visionario che determinerà numerosi proseliti anche nella Londra della seconda metà del decennio. Perfino un leader del blues revival inglese come Eric Burdon decide di lasciar perdere i vecchi Animals per ricostruire il complesso su nuove basi e trasferirsi in loco a toccare con mano i fermenti del flower power. L'inno (o almeno uno degli inni) della liberazione sessuale, all'ordine del giorno nell'era della musica per il corpo e per la mente, è la Somebody To Love dei Jefferson Airplane e, ancor prima, della Great Society di Grace Slick(1966). Poi verrà la poetica peccaminosa di Triad di David Crosby, il saggio, portata in scena anche dalla signora Slick sempre con i Jefferson di Crown Of Creation.




Rolling Stones suonano Foxy Lady



Roy Buchanan suona Foxy Lady

L'ingenua e naturale sensualità di una canzone come Foxy Lady e del personaggio Hendrix in genere trae origine dalle linee calde e provocanti del rock'n'roll degli anni Cinquanta e dal focoso rhythm'n'blues dei "fratelli" neri, piuttosto che dal romanticismo intellettuale hippie dal quale Jimi prende significativamente le distanze (più avanti, nella dura If6 Was 9, arriverà ad affermare ...Se tutti gli hippies si tagliassero i capelli, non m'importa, ho il mio mondo in cui vivere e non sono disposto a imitarvi). Hendrix si afferma disinvoltamente come Re del sesso non solo per via del successo con le numerose donne che frequenta ma anche e soprattutto con l'ausilio di esibizioni ad alto contenuto erotico. E ciò che colpisce maggiormente non sono tanto gli atteggiamenti retorici, l'agitarsi selvaggio del corpo e della protuberanza fallica della chitarra, lo spettacolo fine a se stesso, quanto l'immane quantità d'energia pura e diretta. liberata nei confronti dell'ascoltatore, di qualsiasi sesso.


Roberto Ciotti suona Foxy Lady



Tiro Mancino suonano Foxy Lady

La chitarra sembra sorgere dal nulla, provenire da un mondo lontano, indefinito, con le corde soggiogate da un urlo di feedback che trascina nel vivo di un suadente e rallentato ritmo soul ...Foxy. Il canto confidenziale di Jimi è quanto di più sensuale e coinvolgente si possa ottenere (con tanto di sospiri e schiarimenti di voce) da un testo tutt'altro che filosofico, sino alla conclusione della base strumentale, affidata a una rapida virata di chitarra slide. ...Sai di essere una piccola graziosa rubacuori, una piccola dolce amante, voglio portarti a casa, non ti farò del male...



ZZ Top suonano Foxy Lady



Paul McCartney - Let me roll it / Foxy lady - Rome 2003

A Foxy Lady (che pare essere ispirata a Heather Taylor, futura moglie di Roger Daltrey) spetta l'indubbio onore d'aprire lo straordinario album di Are You Experienced?, pubblicato il 12/5/1967 e destinato a raggiungere il secondo posto della classifica inglese di vendita. La versione USA del disco, che differisce dall'originale inglese in ben tre canzoni, viene pubblicata in agosto e s'insedia al numero 5.



Paul Gilbert, Joe Satriani and John Petrucci jamming on Foxy Lady

Foxy Lady viene registrata il 13/2/1967 per il programma della BBC Saturday Club con piglio duro e cadenza decisamente vivace, in linea con la sua derivazione palesemente R&B. Numerose le versioni dal vivo disponibili con l'Experience, a cominciare da quella immortalata il 18/6/1967 al festival di Monterey ricca di un pregevole convulso assolo. Più timida e fedele all'originale la registrazione del 5/9/1967 alla Radiohuset di Stoccolma.



Popa Chubby "Purple Haze" & "Foxy Lady"




Red Hot Chili Peppers

Tra le migliori rese vanno segnalate le incisive performance dell Olympia di Parigi il 29/1/1968 e, soprattutto del Winterland di San Francisco l'11/10/1968, con un Hendrix indemoniato nonostante qualche piccola incertezza finale. Con il trio del 1970, completato da Cox e Mitchell, di buon interesse appare l'impegno al Pop Festival di Atlanta del 4 luglio (24).



Lenny Kravitz


Colma di sofferenza l'interpretazione fornita in occasione dell'ultimo concerto tenuto in Inghilterra, il 30/8/1970 al festival dell'isola di Wight, con la canzone che a un certo punto assume un aspetto irreale, rischiando il totale fallimento dell'esibizione per via della radio del servizio d'ordine che interferisce pesantemente con l'amplificazione. Hendrix, già da tempo sul filo del collasso nervoso, si ferma all'improvviso, lasciando la
scena a Cox e Mitchell che improvvisano a fatica un breve riempitivo, sino a quando Jimi finalmente decide di concludere in modo stanco il pezzo.


-Jimi a Wight-

Il testo è tratto da:
Giancarlo Nanni.
Jimi Hendrix Experience, musica, storia, testimonianze
1998 Castelvecchi Editore



Kronos Quartet



World Saxophone Quartet
Posta un commento