sabato 7 febbraio 2009

The Toronto Files (Part 4)

Per leggere l'articolo precedente cliccare qui:
The Toronto Files (Part 3)


Si, ho preso la droga ma sono innocente.


MONTREAL, marzo

Si è alzato ed è uscito dal banco degli accusati con compita dignità, ma dal suo volto tirato traspariva il grande sollievo. Finalmente, l'incubo è finito.
Jimi Hendrix, l'Idolo di mezzo mondo, non rischia più di finire in una buia cella canadese come un qualunque ladruncolo. II tribunale lo ha giudicato innocente.

Con un po' di fortuna, sono riuscito ad avvicinare Jimi, mentre cercava di sfuggire ai fans decisi a dimostrargli la loro soddisfazione per l'assoluzione. Jimi mi è apparso stanco e tirato, e insolitamente serio. Si è reso conto di avere corso un grave rischio e la sentenza odierna è giunta
come una vera liberazione.

L'accusa è la solita rivolta ai grandi cantanti pop: detenzione di stupefacenti.
Per la cronaca, tutto è accaduto poco tempo fa, alla dogana canadese.
Jimi era reduce da un concerto a Hollywood e ne doveva tenere uno a Toronto, in Canada.
La normale perquisizione dei suoi bagagli conduceva al ritrovamento di quattro strani involti di cellophane, pieni di una polvere biancastra. Un controllo rivelava che quella sostanza era eroina. Da qui, l'arresto, il susseguente rilascio dietro cauzione e infine il processo odierno. Per fortuna, lo hanno assolto.

La domanda che rivolgo a Jimi è ovvia:

innocente? La risposta è molto franca, quasi brutale nella sua sincerità.

« Non nego di avere preso sostanze proibite. Come ho anche dichiarato in tribunale. In passato ho fumato tre volte hashish 'e quattro volte marijuana. Ho preso cinque volte l'LSD e due volte altre sostanze. A quel punto, ho chiuso con la droga e gli stupefacenti, non mi interessano più.

« Non sapevo che quei sacchetti contenessero eroina. Me li ha dati una ragazza dopo il concerto di Hollywood, è entrata nel mio camerino, me li ha consegnati come regalo e se ne è andata, dopo
li ho sbattuti in valigia e non ci ho più pensato. C'era una giornalista presente, mi stava intervistando. E' una donna seria e rispettabile, e ha confermato la mia versione. Forse è stata proprio lei a convincere la giuria; del resto, perché dovrei essere condannato per un reato che non ho commesso? Non sapevo che si trattava di droga. Se proprio avessi voluto portarmela dietro, sarei stato più prudente, no? ».
Non gli posso dare torto.

James Marshall Hendrix, ventisettenne chitarrista di New York, è anche un uomo acuto e
intelligente, oltre a essere uno dei più ricchi e celebri musicisti pop del mondo. Davvero, perché avrebbe dovuto rischiare tanto in un modo così stupido?

Per la difesa, in tribunale ha deposto anche Chas Chandler, suo manager e ex-bassista dei vecchi Animals. Chandler ha spiegato che le stelle pop ricevono in continuazione ogni sorta di regali dai propri ammiratori, e molti di questi doni sono costituiti da sostanze proibite. Negli Stati Uniti, è molto più facile procurarsele che in Italia, e Chandler ha raccontato di come un giorno gli Animals ricevettero una scatoletta quadrata. Senza neppure aprirla, la ammucchiarono tra i vari regali. Un po' di tempo dopo, per caso, scoprirono che conteneva alcuni etti di marijuana ».

Domando a Hendrix quali sono i suoi progetti immediati. L'ultimo Ip sta finalmente per uscire, ma dopo?

« Ho chiamato Noe! Redding e Mitch MItchell. Li ho pregati di fare con me un ultimo tour nel mondo, una specie di giro di addio. Il 'nostro complesso si è sciolto cosi, da un giorno all'altro, e io vorrei fare un'ultima serie di spettacoli, per ringraziare quei giovani che ci hanno sostenuto e aiutato a sfondare ».

Con queste parole, si allontana. Speriamo di rivederlo di nuovo sul palcoscenico con la sua Experience, e mai più in una aula di tribunale.

Luigi Cozzi


















Questo articolo venne pubblicato su Ciao 2001 nel 1970 Precedentemente ho pubblicato uno stralcio dell'interrogatorio di Jimi durante il processo di Toronto. La trascrizione completa dell'interrogatorio di Jimi è scaricabile da :
http://launch.groups.yahoo.com/group/jimihendrixitalia/
Posta un commento