giovedì 12 novembre 2009

Ricordando Woodstock


La sesta edizione del Jimi Hendrix Birthday si presenta più ricca che mai!
40 anni fa a Bethel, una piccola comunità a nord dello stato di New York, si tenne un festival destinato a diventare leggenda.
Furono invitati tutti i migliori artisti dell’epoca tra cui ovviamente lo stesso Hendrix che si presentò con una nuova e affollata formazione chiamata Gypsy Sons and Rainbows.
Con questi zingari della musica, nella pallida alba di un lunedì mattina Jimi presenta al pubblico superstite quello che sembra a tutti un nuovo viaggio artistico, una nuova direzione di fare musica e di esprimersi con la chitarra elettrica. Il suo suono è più impregnato di funky e blues che mai. Durante questo concerto Jimi.fa anche riferimento alle vicende dell'epoca con l'esecuzione di Star Spangled Banner con la quale Hendrix ricorda a tutti, nonostante i tre giorni di pace e amore, che c’è sempre una guerra in corso. La sua versione lacerata e sofferta dell’inno nazionale americano resterà per sempre impressa nella memoria collettiva.

E’ questa l'atmosfera che si vuole ricordare con il 6th Jimi Hendrix Birthday, in programma per venerdì 27 novembre 2009 (esattamente nel 67° anniversario della nascita dell'eroe mancino della sei corde) presso il Jameika Happy Pub di Verona.

In apertura il chitarrista ed esperto musicista Adalberto Zappalà.
Adalberto è un hendrixiano della prima ora e un musicista eclettico che vanta numerose esperienze artistiche significative e in questa serata renderà omaggio a Jimi con le sue raffinate interpretazioni acustiche di alcune delle più belle pagine della musica hendrixiana.

Saliranno poi sul palco i Voodoo Groove – Italian Jimi Hendrix Tribute band (Silvio Grando, Nicola Rigetti e Francesco Salandin). La ormai nota band di origine veronese ha nell’ultimo periodo conquistato i palchi di alcuni dei più importanti locali live del nord Italia dove sempre più è ormai apprezzato lo stile interpretativo ispirato principalmente all’ultimo periodo della produzione del rivoluzionario chitarrista afroamericano.
Per la serata eseguiranno in particolar modo alcuni brani estratti dalla set list che fu presentata proprio al glorioso festival del 1969.

Da Firenze invece arriveranno i Roselyn Club e il loro tributo agli eroi di Woodstock.
La formazione, capitanata dalla bellissima e bravissima cantante Tara Degl’Innocenti, è ormai riconosciuta in tutta Italia nel reinterpretare con fedeltà e grande passione i brani più coinvolgenti tra quelli proposti da tutti i musicisti intervenuti al mitico festival con un particolare occhio di riguardo per l’indimenticabile Janis Joplin.


A completare la serata una mostra fotografica su Jimi Hendrix a Milano e la proiezione di alcuni rari filmati a cura di Roberto Crema ideatore e autore di “jimihendrixitalia.blogspot.com” seguitissimo e aggiornato punto di riferimento on line per tutti gli appassionati hendrixiani d’Italia e non.

Immancabile la presenza del grande artista e amico Franco Ori e delle sue opere dedicate ad Hendrix e agli altri grandi musicisti e cantanti di quell’epoca. In particolare sua è la bellissima locandina dell’attuale edizione e sua è l’immagine che verrà stampata sulla maglietta celebrativa, realizzata per l’occasione.

Il Jameika Happy Pub si trova in Via Ciro Ferrari, 11 a 5 minuti dal casello autostradale di Verona SUD.
Ingresso gratuito. Si inizia per le 22.


Credits:
www.voodoogroove.tk
http://www.myspace.com/roselynclubitaly
http://www.myspace.com/adalbertozappala
www.jimihendrixitalia.blogspot.com
www.francori.it
www.myspace.com/jameikapub


Posta un commento