lunedì 20 giugno 2011

Bad day at Newport - 20 giugno 1969


Grazie a una discussione su CTT ho avuto modo di riascoltare la registrazione di un concerto che Jimi suonò esattamente 42 anni fa.

Il 20/21/22 giugno 1969 si tenne il “Newport Pop Festival” che oltre Woodstock fu uno dei più importanti eventi musicali di quell’anno.
Anche lì vi parteciparono numerosi musicisti come i Creedence Clearwater Revival, Joe Cocker, i Byrds, Tina Turner, Jethro Tull, Johnny Winter, gli Steppenwolf e moltissimi altri.

La Jimi Hendrix Experience doveva essere l’attrazione principale della giornata d’apertura, venerdì 20 giugno, e con i 125.000 Dollari pagati dagli organizzatori la band risultò la più costosa del festival.
Nonostante questo sicuramente non fu uno dei migliori concerti degli Experience, il gruppo era infatti prossimo al definitivo scioglimento ma a dispetto delle varie tensioni e i problemi con l’amplificazione si tratta di una registrazione affascinante.
E’ vero, il gruppo in alcuni momenti manca di coesione ma Jimi stupisce veramente con alcuni sublimi assoli..

Come già accennato questo è il penultimo concerto della Jimi Hendrix Experience, dieci giorni dopo infatti Noel Redding abbandonerà per sempre il gruppo.
In questo periodo inoltre Jimi era sotto pressione, i fans gli chiedevano sempre le stesse canzoni, le stesse movenze sul palco e Jimi, come dichiarato in un’intervista il giorno precedente, era stanco di questo, voleva andare oltre, essere considerato come un vero musicista non un attore o un clown.

Sebbene per quella sera fosse l’attrazione principale Jimi avrebbe voluto trovarsi altrove non su un palco con qualche migliaio di persone di fronte.

Troppi problemi lo assillavano, il giorno prima si recò a Toronto per l’udienza preliminare del processo per possesso di sostanze stupefacenti (arresto di Toronto maggio 1969) dove il giudice rinnovò una cauzione di 10 000 Dollari.

Un altro evento turbò Jimi quella sera prima del concerto.

Ricorda Noel Redding:
Era un grande festival e avevamo una roulotte tutta nostra come backstage e prima del concerto quando entrai vidi che Hendrix era circondato da sei o sette brutti ceffi che dicevano di essere delle Pantere Nere…. Jimi era bianco di paura così dissi loro che quello era il nostro camerino e li feci cacciare via.

Quindi al momento di salire sul palco nonostante l’entusiasmo del pubblico, Jimi, ancora turbato da quello appena accadutogli, era di pessimo umore e ascoltando il concerto traspare il suo stato d’animo in quei momenti.


Il concerto inizia con "Stone Free" che si trasforma in "Are you experienced?" per poi finire ancora con Stone Free.



Gli Experience continuano poi con una poco convinta "Sunshine of your love" seguita da una più vivace versione di "Fire"






Jimi era molto teso e a questo punto del concerto si incazza con alcuni del pubblico che lo disturbano.
".... non stiamo suonando di fronte a un branco di animali... spero..., per cui non comportatevi come tali.
Datevi una calmata perchè ci state veramente facendo incazzare.
Non ci piace essere così alterati e dover cercare di farvi stare bene e tutto quanto....(dopo uno scambio d'insulti con qualcuno tra il pubblico) ... Stò cercandodi suonare la chitarra adesso, grazie!"
L'alterco con il pubblico continua e Jimi dice "Per quel che mi riguarda potete anche strozzarvi andate a fare in culo"... e inizia "Hear my train a comin'" imprecando.




Da questo punto del concerto in poi, Jimi in segno di disprezzo darà quasi sempre le spalle al pubblico.
Segue un altro blues "Red House"

"Foxy Lady" invece Jimi la dedica a tutte le ragazzine tra il pubblico e a quella in quarta fila con i pantaloncini gialli che porta la diciottesima.... eighteen inch, yeah, all right, eheheh




Con "Like a rolling stone" gli Experience si avviano a concludere il concerto



Jimi suona il riff iniziale di "Voodoo Child (slight return)" e introduce la canzone così:
"This is a black militant song, and don't you ever forget it!" (questa è una canzone militante nera non dimenticatevelo!).
Non esistono altre testimonianze che possano confermare che Jimi compose questa canzone espressamente per i militanti neri, anzi Hendrix non parlava molto di questioni tipo colore di pelle.
Può essere allora che avesse mandato un messaggio alle presunte Black Panthers che erano nel suo camerino prima del concerto? chi lo sa?

Con "Purple Haze" poi il concerto si chiude.




Molti anni dopo Noel Redding mi raccontò che Jimi dopo il concerto si sentì in colpa e dispiaciuto per aver perso le staffe con il pubblico.
Il giorno dopo pregò sia Noel che Mitch di rifare il concerto la domenica pomeriggio ma entrambi risposero che la cazzata l'aveva fatta lui quindi se voleva suonava da solo.

Invece Jimi quella domenica 22 giugno 1969 Jimi suonò una Jam di due ore con Buddy Miles, Eric Burdon, i Mother Earth e altri.

Secondo un giornalista di Image quello fu il concerto rock più emozionante a cui avesse mai assistito infatti così scrive per la rivista di Los Angeles come recensione di quella jam .
"...Una creatività impressionante con continui passaggi dal rock al blues, al jazz, al rhytm & blues e altro ancora, il tutto con irridente disinvoltura..... Jimi sembrava giunto al punto estremo delle dimensioni musicali consentite a un mortale ed essere guidato passo passo in stato di grazia da uno spirito. Jimi, signori miei, ha suonato fuori di testa"

Posta un commento