martedì 13 settembre 2011

The Second Italian JIMI HENDRIX DAY 41st Anniversary Celebration



DOMENICA 18 SETTEMBRE 2011 - dalle 17.30 alle 24.00
presso "LA NAVE DI HARLOCK" a BRESCIA al Parco Ducos Due in località SAN POLO

Concerto non-stop di grandi chitarristi… Con fantastiche Jimi Hendrix tribute bands Ospiti – mostre – dischi – foto- video - libri e tanto ancora!!

Il secondo JIMI HENDRIX Day, organizzato da Beatlesiani d’Italia Associati & Friends per celebrare con un grande concerto il 41° anniversario della misteriosa scomparsa del grande chitarrista americano nato a Seattle il 27 novembre 1942 e scomparso a Londra il 18 settembre 1970, a soli 27 anni, si terrà a Brescia dalle ore 17.30 in poi, Domenica 18 Settembre presso "LA NAVE DI HARLOCK" adiacente al Parco Ducos Due in località SAN POLO con il Patrocinio del Comune, e della Provincia di Brescia e della Circoscrizione Est.
E' doveroso ricordare il coinvolgimento dei fantastici musicisti cultori del grande Jimi che hanno già dato la loro adesione, delle Hendrix Tribute-Band e degli Ospiti che verranno a Brescia da tutta Italia, e non solo, per partecipare gratuitamente, oltre che alla celebrazione del mitico ed insuperato Jimi Hendrix, anche per sostenere le cause umanitarie di alcune associazioni presenti: UNICEF il Fondo dell’ONU per l’infanzia, ESSERE BAMBINO l’Associazione che s’interessa dei piccoli sieropositivi, presso la Clinica Pediatrica degli Spedali Civili di Brescia.
Sono attesi moltissimi ospiti:
Abbiamo invitato i personaggi più significativi appassionati o coinvolti nelle storia di Jimi Hendrix in Italia Albertino Marozzi che suonò con Jimi Hendrix al Titan di Roma nel 1968, poi Omar Pedrini, Kevin Magliolo Trio, Giancarlo Pedrazzi, The BeaTops, Tristano Giambelli & Alex+Eddie Battisti, Piergiorgio Cinelli, Paolo Siani (batterista e fondatore della Nuova Idea), Mattia Foina & Friends, Andrea Arat, White Cream, Mauro Pagani, Red Ronnie, Gaetano Sorrentino, Giorgio Cordini & Wha Wha Band, Carlo Verdone, Alberto Radius, Alex Britti, Tolo Marton, Ricky Gianco, Alberto Fortis, Andrea Braido e tanti altri che se non potranno essere presenti di persona, come lo scorso anno potranno intervenire telefonicamente o in video conferenza.

E’ previso anche un collegamento da Vienna con Roberto Crema fondatore di “Jimi Hendrix Italia” che testimonierà in diretta il grande evento che contemporaneamente al nostro sarà dedicato a Jimi Hendrix nella capitale austriaca.

Saranno stati mostrati e commentati, nel corso di un dibattito prima del concerto, tutti i libri “hendrixiani” recentemente pubblicati: “JIMI SANTO SUBITO!” di Enzo Gentile; “DELITTI ROCK” di Ezio Guaitamacchi in cui sono contenute 200 indagini sulle scene di crimini veri o presunti: da Robert Johnson a Michael Jackson è analizzata la controversa “fine” di Jimi Hendrix. L’edizione televisiva di Delitti Rock sta andando in onda su RAIDUE in questi giorni.



Di recente pubblicazione, riproponiamo l’attenzione sul libro “JIMI HENDRIX IN ITALIA 1968” di Cesare Glebbeek & Roberto Crema, contiene foto inedite di qualità eccezionale, articoli ed osservazioni “di razza” che ne fanno un documento imperdibile sull’unico meteorico tour italiano che toccò Milano, Roma e Bologna.
Nel corso dell’Hendrix Day saranno proiettati spezzoni “hendrixiani” del film “MALEDETTO IL GIORNO CHE T’HO INCONTRATO” con Carlo Verdone, grandissimo appassionato di Jimi Hendrix e pure BAO “Beatlesiano Associato Onorario”. Nel film l’attore romano impersona un critico rock alla ricerca di notizie su Jimi Hendrix…
Sarà allestita una mostra iconografica di Jimi Hendrix a cura di Paolo Mucciarelli e una esposizione di Quadretti Hendrixiani dipinti da Matteo Viceconte.

L’esposizione di chitarre: “Dai Beatles a Jimi Hendrix passando dai Rolling Stones” sarà curata da Gianfermo Cadei e Nicola Bignami di “Rollingcaster” apprezzate soprattutto le Fender “hendrixiane”.

Presenta Emi Baronchelli
Cibo Anglo Americano sarà cucinato e servito per tutta la durata della kermesse nella Nave di Harlock! (meglio prenotare il tavolo)
Ingresso Libero.


Perché un beatlesiano organizza il Jimi Hendrix Day???

Ho pensato di organizzare il Jimi Hendrix Day perché tanti anni fa, quando suonavo la chitarra, come “solista”, nei Some Souls, un gruppo pop di cinque amici amanti del Blues e del Rock, alla fine di una calda serata del venerdì 15 settembre 1967 (eravamo ancora ubriachi di Sgt Pepper’s dei Beatles e della loro fantastica “Summer of Love”), quando il nostro cantante tolse da un’interessante busta colorata un LP e lo mise sul giradischi e disse: “Sentite come suona questo qui!...” Fin dal primo brano il nostro stupore aumentava e alla fine del disco restammo tutti annichiliti…! Avevamo sentito per la prima volta Jimi Hendrix con il suo favoloso album “Are You Experienced” con etichetta Barclay.
La mia carriera di solista finì quella sera, avevo capito che suonare così mi sarebbe stato complicato, ma pur continuando a suonare come chitarrista “ritmico” (hobbista) altri generi, (quello dei Beatles mi aveva insegnato a suonare la chitarra), divenni un appassionato estimatore di Jimi Hendrix al punto di sentire tutto ciò che registrava su vinile e andare a sentirlo in concerto “live” pochi mesi dopo, a Milano il 23 maggio 1968, durante quella breve, ma indimenticabile tournèe, (organizzata, tra l’altro, da Leo Wachter già impresario dei Beatles nel ’65) che in 5 giorni toccò anche Roma e Bologna.
Dopo più trent’anni avevo anche scoperto con piacere di essere stato fotografato casualmente sul palco di Jimi Hendrix, accanto ad un suo amplificatore Marshall durante il movimentato concerto milanese al cosiddetto Piper in Parco Sempione. In quell’indimenticabile occasione, aiutai Noel Redding ad allacciare la cinghia del basso che si era sganciata durante l’esecuzione di una scatenata Stone Free. Custodisco, infine, gelosamente, una versione “live” del concerto di Bologna, registrata e donatami da un amico, ma non è proprio tutto…
Rolando Giambelli – Dir. Art.

JIMI HENDRIX E I BEATLES - Il 4 giugno 1967 Jimi Hendrix suonò la canzone dei Beatles “Sgt Pepper’s Lonely Hearts Club Band” dal vivo al Savile Theatre in Shaftesbury Avenue a Londra soltanto tre giorni dopo che il disco era stato presentato al mondo il memorabile 1° giugno. Fra gli spettatori c’erano Paul McCartney e George Harrison. Con loro c’era anche il manager dei Beatles Brian Epstein che aveva affittato il teatro. Un’altra versione “live” di Sgt Pepper’s registrata da Hendrix durante il Isle of Wight Festival, fu inserita nell’album postumo: Blue Wild Angel: Live at the Isle of Wight. Inserisci link
I Beatles erano fans di Jimi Hendrix, soprattutto Paul che in tutti i suoi concerti spesso accenna a qualche accordo delle celeberrime hendrixiane Foxy Lady o Purple Haze come ha fatto anche recentemente in occasione del concerto del 14 giugno proprio all’Isola di Wight.
SITO HENDRIX + SGT PEPPERS SAVILE THEATRE
http://fifthbeatle.proboards.com/index.cgi?board=otherbrianpeoplebeatles&action=display&thread=802


THE BEATLES MUSEUM è aperto presso il Museo della Mille Miglia in Viale della Rimembranza 3 – S.Eufemia – Brescia – tel. 030 3365631

Ingresso Libero.

BEATLESIANI D’ITALIA ASSOCIATI Brescia 13 settembre 2011


INFO:
B.D.I.A - www.thebeatles.it

BEATLESIANI D’ITALIA ASSOCIATI – www.beatlesiani.com
Via Biseo 18, 25100 Brescia.
Tel. 0039 (0) 30 30 30 92 – fax 0039 (0) 30 30 69 19 - MOBILE 0039 (0) 336 41 19 14
E-mail beatlesiani@numerica.it

JIMI HENDRIX ITALIA. BLOGSPOT
http://jimihendrixitalia.blogspot.com/
http://launch.groups.yahoo.com/group/jimihendrixitalia/
Posta un commento