mercoledì 6 agosto 2014

Quando non ci sarò piú non smettete di mettere su i miei dischi

 12 agosto alle ore 21,30
al Bagno Pelo, n. 33.
 

 


Punta Marina, 12 agosto

“Quando non ci sarò piú non smettete di mettere su i miei dischi”, scriveva Jimi Hendrix nei suoi appunti, spesso foglietti volanti scarabocchiati nei bar, o nei ristoranti. E forse nessun artista rock ha visto esaudito con tale completezza il suo ultimo desiderio. A 44 anni dalla morte continuano a uscire libri, filmati, come il biopic All is by my side, che entrerà in distribuzione in Italia in autunno, o l’autobiografia Zero, pubblicata in luglio da Einaudi Stile Libero.

Ora un documentario sull’unico concerto italiano di Hendrix, avvenuto nel 1968, già presentato in anteprima al Biografilm Festival di Bologna, sarà proiettato sulla riviera, a Punta Marina, il 12 agosto alle ore 21,30, al Bagno Pelo, n. 33






Il filmato, realizzato dal regista Gianni Leacche, ideato e prodotto da Roberto Crema per l’associazione culturale “Jimi Hendrix Italia”, ripercorre il concerto di Bologna, in un palasport poco affollato per la scarsa conoscenza, a quei tempi, del grande chitarrista, con manifesti dell’epoca, rari filmati di Hendrix, interviste a aneddoti di Carlo Verdone, Maurizio Solieri, Dodi Battaglia, Andrea Mingardi, e numerosi ex musicisti che, poco più che ragazzini, si ritrovarono a suonare con lui durante lunghe jam session.

 



Nel corso della serata sarà anche presentato il romanzo, appena pubblicato,  dello scrittore alfonsinese-bolognese Mauro Baldrati, Il mio nome è Jimi Hendrix (Arianna Editrice), con prefazione di Red Ronnie, “storia abbacinante” di un gruppo di adolescenti in un paese della provincia ravennate, nell’inverno del 1969. Toni Rinaldi, detto Jimi Hendrix perché imita il grande eroe rock anche nell’abbigliamento e nell’aspetto fisico, guida i suoi amici per le strade semideserte del “paese più infelice del mondo”, in cerca di libertà, di avventure, di musica e, forse, di un po’ di felicità.



BOX Il concerto di Jimi Hendrix si tenne domenica 26 maggio 1968 al Palasport. Erano previste due esibizioni, a “prezzi popolari”, alle ore 16,30 e alle 21,30. All’ora stabilita per il pomeriggio, Hendrix risultava irreperibile. All’albergo Alexander, dove alloggiava, dissero che era già uscito. Allora l’organizzatore del tour italiano, Oscar Porri, salì sul palco del Palasport e chiese allo sparuto pubblico presente di sguinzagliarsi per la città in “caccia” del chitarrista scomparso. Fu rintracciato in un giardinetto e  condotto sul palco, dove l’esibizione finalmente ebbe luogo.

Gratis a tutti un poster di Jimi Hendrix.

 

Gratis a tutti un poster di Jimi Hendrix. 

Da ritirare l’8 agosto a Milano presso l’Ass. “Fabbrica dell’esperienza”

L’iniziativa culturale rock è del M° Alex Schiavi

Milano. Una simpatica iniziativa avrà luogo venerdì, 8 agosto 2014 (dalle ore 17.00) presso l’Associazione Onlus “Fabbrica dell’esperienza” in Piazza San Giuseppe, 12 (Zona Bicocca). Il maestro Alex Schiavi (che ebbe il grande onore di vedere suonare Jimi Hendrix a Milano, al Piper Club, nel quasi lontano maggio 1968), da vita a una sua installazione dedicata al grande chitarrista indiano-americano.

Inoltre poster raffiguranti Jimi Hendrix saranno regalati (regalati, avete capito benissimo) a tutti quelli che vorranno recarsi a prenderseli.
Il maestro Alex Schiavi, non nuovo a simili generosi eventi (in una società dove, ahimè, nessuno ti regala neanche un bicchiere d’acqua), da anni realizza installazioni cartacee e musicali dedicati ai grandi della Musica.
Manifesti raffiguranti Jimi Hendrix, Beatles e John Lennon sono stati regalati nel corso degli ultimi sette anni.
In occasione della prossima Expo 2015, il progetto di Alex Schiavi è ancora più audace: regalare e riempire la città di manifesti dei Beatles!
Immaginate: tante migliaia di manifesti dei Beatles in tutta Milano.
 

 Nel prossimo giugno 2015 ricorre il cinquantennale dell’esibizione dei Beatles e, non a caso, al velodromo Vigorelli (24 giugno 2015) c’è già qualcuno che vorrebbe invitare Sir Paul Mc Cartney all’evento.

ALEX SCHIAVI regala il Rock alla cittadinanza e lo fa a titolo gratuito. Come si può non ascoltarlo quando dice: “Venire a prendervi un pezzo di Jimi Hendrix!”.
La manifestazione è gratuita e realizzata dal M° Schiavi in collaborazione con l’Associazione culturale milanese “Italia Mia” di cui è coordinatrice la signora Maria Bottino.
Per informazioni: Prof. Pietro A. Schiavi – Promozioni Musicali Belgravia – Viale Giovanni Suzzani, 1 – 20162 Milano – Telefoni (dalle ore 10,00 alle 21.00): 0266103131; 3394158942; 3394158942. E-mail: pietroaligischiavi@gmail.com; promozionimusicalibelgravia@yahoo.com.br; promozioniculturalibelgravia@yahoo.com.br
Nelle foto: un poster di Jimi Hendrix; il M° Alex Schiavi con alcuni poster di Jimi Hendrix.


L'iniziativa del maestro Alex Schiavi, in collaborazione con associazioni culturali locali, verrà ripetuta in moltissime località italiane.
ROCK GRATIS!!! (Anche se solo in carta, locandine gratis!!!)
Presto anche nella vostra città e nella vostra località, perché la musica rock è ora mai un linguaggio universale!!!!